Corsi di Yoga, Tai Chi, Reiki, Meditazione
formazione, trattamenti
Sesto San Giovanni, Milano
Pow Wow Discipline Bio-Naturali

Yoga e Ayurveda

Pow Wow Discipline Bio-Naturali asd aps
Sesto San Giovanni - Milano

Corsi di yoga - tai chi chuan (taijiquan) - reiki - meditazione - ayurveda - Pow Wow Discipline Bio-Naturali asd

 

Corsi di Yoga e Ayurveda a Sesto San Giovanni e per le città di Milano, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Bresso, Brugherio, Desio, Lissone, Seregno, Muggiò, Vedano al Lambro, Lesmo, Arcore, Biassono, Monza e Brianza.

 

Yoga e Ayurveda

Yoga e ayurveda sono due scienze che si sono sviluppate nel corso della storia seguendo lo stesso percorso pur perseguendo due obiettivi differenti. Sono due filosofie sorelle le cui tracce risalgono all’antica tradizione vedica (la parola rivelata) secondo la quale tutto l’Universo è un Unico Sé e la chiave per la conoscenza si trova nella nostra mente e nel nostro cuore.

 

Lo yoga, qualsiasi sia la tradizione di riferimento, si prefigge la realizzazione del Sé (auto-realizzazione), la liberazione dallo stato di sofferenza.

L’ayurveda ha come scopo l’ottenimento della perfetta salute in tutti i suoi aspetti (auto-guarigione). È la scienza della vita o longevità. Ci insegna come aiutarci con il potere della Natura e degli elementi secondo i cicli stagionali e quelli naturali della vita umana.

 

Secondo l’ayurveda una delle vie più semplici per conservare il proprio benessere è modificare il proprio stile di vita secondo la stagione, adattandolo al luogo in cui si vive. In questo modo si possono controbilanciare gli squilibri che naturalmente i cicli stagionali inducono nel corpo e nella psiche di ognuno. L’ayurveda ci aiuta a scegliere la dieta, l’esercizio fisico e lo stile di vita che ci consentano di contrastare gli effetti di ogni stagione così da mantenere a lungo un buon equilibrio interno durante tutto l’anno.

 

Ogni pratica di yoga, che sia una postura (asana) o una tecnica di respirazione (pranayama) o la meditazione, ha peculiarità che ben si prestano agli obbiettivi dell’ayurveda. A seconda della costituzione individuale o il ciclo stagionale, possono rivelarsi molto utili alcune pratiche piuttosto che altre, sostenendo e persino rendendo più efficaci ogni altro tipo di intervento ayurvedico.

 

Caratteristiche dei tre Dosha e pratica yoga

Secondo la filosofia ayurvedica i cinque elementi (etere, aria, fuoco, acqua e terra) si manifestano nell’individuo sotto forma di tre principi base o energie sottili, chiamati dosha, i quali danno vita alle cosiddette costituzioni, ovvero a determinati aspetti caratteriali e manifestazioni di carenze o eccessi nel corpo.

 

I tre dosha si distinguono in:

  • vata correlato agli elementi etere ed aria
  • pitta correlato a fuoco ed acqua
  • kapha correlato ad acqua e terra.

 

Vata

Vata è il principio del movimento ed è l'energia sottile che gestisce tutti i movimenti fisiologici. Governa il respiro, il movimento dei muscoli e di ogni cellula dal sangue al sistema nervoso.

  • Elementi: Etere e Aria.
  • Sede: cavità pelvica, pelle, orecchie e intestino crasso.
  • Emozioni: nervosismo, paura, ansia e dolore.
  • Disequilibrio: tendenza a sviluppare rigidità muscolare dovuta soprattutto a debolezza di ossa e giunture, insonnia, disturbi nervosi, problemi digestivi.

 

Le persone dominate da vata sono snelle, hanno la pelle secca, sono vivaci, creative e flessibili. Sono sempre pronte al movimento e necessitano di calma e punti di appoggio.

 

Yoga per vata

La pratica delle posizioni (asana) va eseguita in modo calmo, lento , stabile, fermo e riscaldante, così da bilanciare la tendenza a divenire agitati e nervosi. Sono molto indicate tutte le posizioni sedute, supine o prone che favoriscono il contatto con la terra poiché aiutano a riposarsi e a radicarsi. Meglio se eseguite ad occhi chiusi in modo da ridurre gli stimoli sensoriali.

Come tecniche di respirazione (pranayama), possono essere molto utili la respirazione a narici alternate (nadi shodan o anuloma viloma), il respiro dell’ape ronzante (bhramari pranayama).

 

Pitta

Pitta ha a che fare con l’energia e il calore corporeo. Governa il sistema metabolico ed è responsabile dei processi digestivi, dell'assorbimento, dell'assimilazione, della temperatura corporea, del colorito della pelle, della luce degli occhi e dell'intelligenza, intesa come capacità di comprensione.

  • Elementi: Fuoco e Acqua.
  • Sede: intestino tenue, stomaco, sangue, ghiandole sudorifere, occhi.
  • Emozioni: rabbia, ira, odio e gelosia.
  • Disequilibrio: acidità e problemi digestivi, ulcera, acne, emorroidi.

 

Le persone dominate da pitta tendono ad essere determinate, esigenti e competitive (con se stesse e gli altri), necessitano di rilassamento ed abbandono.

 

Yoga per pitta

La pratica deve essere rinfrescante, rilassante, gentile e volta a favorire l’abbandono.

Si consigliano tutte quelle asana che agiscono sull’addome e che aiutano a non innalzare la temperatura corporea. La pratica va eseguita senza sforzo o forzature e competizione.

Come tecnica di respirazione (pranayama) può essere molto utile il respiro rinfrescante (shitali pranayama).

 

Kapha

Kapha rappresenta l'acqua del corpo umano. Ha a che fare con la struttura fisica, la materia biologica. Si occupa della resistenza dei tessuti e della lubrificazione delle giunture, apporta umidità alla pelle, favorisce la guarigione delle ferite, dona forza, vitalità, energia e stabilità.

  • Elementi: Acqua e Terra.
  • Sede: parte alta del corpo (petto, gola, testa, narici, bocca, stomaco), si manifesta nelle secrezioni liquide del corpo e nel plasma.
  • Emozioni: attaccamento, avidità, invidia prolungata nel tempo, gelosia, calma, stabilità, perdono e amore.
  • Disequilibrio: pesantezza, immobilità, letargia, lentezza, obesità,

    pigrizia, allergie, depressione, difficoltà ad accettare i cambiamenti.

 

Le persone dominate da kapha hanno solitamente il metabolismo lento, la temperatura corporea fredda, una struttura ossea pesante e un corpo forte, un carattere calmo e rilassato. Per controbilanciare hanno bisogno di energia, calore e stimolo.

 

Yoga per kapha

La pratica per le persone dominate da kapha deve essere stimolante, in movimento, riscaldante, rafforzante ed energizzante. Sono molto benefiche le asana che aprono ed espandono la zona pettorale.

 

Vuoi approfondire e conoscere le pratiche di yoga e ayurveda?

Proponiamo i seminari monotematici, durano circa 3 ore e si tengono nei weekend, al mattino o al pomeriggio. Sono aperti a tutti anche a chi non ha alcuna esperienza di yoga e/o ayurveda.

Le posizioni praticate sono estremamente semplici, non richiedono particolari abilità o scioltezza. I principi ayurvedici saranno trattati in maniera semplice ed accessibile a tutti.

 

torna su

ayurveda e yoga - om

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Sarve bhavantu sukhinah
sarve santu niramayah
sarve bhadrani pasyantu
ma kascit duhkhabhak bhavet.”

 

“Che tutti siano felici
che tutti siano liberi dal male
che tutti desiderino il bene altrui
che nessuno debba soffrire.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!
conforme alla normativa internazionale

©2017 Associazione Pow Wow Discipline Bio-Naturali asd aps
Corsi di Yoga, Taijiquan, Reiki, Meditazione
- Milano - Bresso - Cinisello - Cologno M.se - Lissone - Lesmo - Biassono - Arcore - Monza e Brianza
via Fratelli Bandiera, 124 - Sesto San Giovanni (MI) - Tel. 347 2943574 - info@powwow-dbn.it


Zone attività: Sesto San Giovanni, Bresso, Cinisello, Cologno M.se, Milano, Lissone, Lesmo, Biassono, Arcore, Monza e Brianza