Corsi di Yoga, Tai Chi, Reiki, Meditazione
formazione, trattamenti
Sesto San Giovanni, Milano
Pow Wow Discipline Bio-Naturali

I mandala, cosa sono e come si usano

Pow Wow Discipline Bio-Naturali asd aps
Sesto San Giovanni - Milano

Pow Wow Discipline Bio-Naturali - I mandala

Seminari per realizzare mandala di lana a Sesto San Giovanni e per le città di Milano, Bresso, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Brugherio, Monza e Brianza, Desio, Lissone, Seregno, Muggiò, Vedano al Lambro, Lesmo, Arcore, Biassono.

 

Che cos'è un mandala?

Un mandala è una costruzione circolare formata da un punto centrale e da diversi disegni concentrici, che possono essere forme geometriche (quadrati, triangoli, punti, cerchi), ma anche rappresentazioni di fiori, animali, astri, immagini sacre e divinità.

 

Le origini del mandala sono molto antiche ed appartengono, in particolar modo, alla cultura e alla spiritualità orientale. Forme del tutto analoghe sono apparse nei secoli anche in occidente e, seppur con nomi diversi, sono state ovunque utilizzate nei rituali come rappresentazione simbolica del cosmo e della sua creazione.

 

Tradizionalmente i mandala sono realizzati utilizzando filati, oppure polveri e sabbie colorate; sono tessuti, ricamati, intagliati, disegnati o dipinti su stoffa, pavimenti o pareti.

 

Un mandala è un motivo geometrico circolare

 

Oggigiorno con il termine mandala ci si riferisce in generale a tutti quei motivi geometrici, diagrammi e disegni circolari che vengono usati in diversi ambiti, dalle discipline del benessere alla psicologia. Anche nel campo dell’arte e del design ritroviamo le forme mandaliche, come ad esempio nei complementi d’arredo, nei decori, nell’abbigliamento o anche come accessori e oggetti di uso comune.

 

Provate a guardare attorno a voi quante cose della natura hanno a che fare con dei motivi circolari. Li potete scorgere nei fiori, nei frutti, sui tronchi d’albero e anche nelle foglie. Il nostro stesso pianeta e il sistema solare sono oggetti rotondi.

Ognuna di queste forme circolari, se le osserviamo attentamente, contiene alcuni motivi geometrici dai più semplici ai più complessi. Basta dunque che ci guardiamo attorno per restare stupefatti dalla bellezza e dalla perfezione di queste strutture così meravigliosamente armoniche ed uniche.

 

Il cerchio è un simbolo universale e l’uomo, traendo ispirazione da ciò che osserva dentro e fuori di sé, ha realizzato, in ogni tempo e cultura, meravigliosi mandala per esprimere la conoscenza attraverso le immagini.

 

Un mandala è un simbolo sacro e profondo

Il mandala è un simbolo che va ben oltre la sua rappresentazione visiva e cromatica. Ogni segno in esso contenuto, così come ogni colore utilizzato, raffigura elementi sia interiori che esteriori.

 

In generale, i mandala sono utilizzati per esprimere concetti molto profondi quali la centratura, l’armonia, la bellezza, la perfezione, la cooperazione, lo spazio sacro.

 

In oriente, in particolar modo nell’Induismo e nel Buddismo, il mandala è simbolo del cosmo sia micro (uomo) che macro (universo) ed è usato come strumento per la concentrazione e la meditazione.

 

Numerosi percorsi di yoga propongono tra le loro pratiche l’utilizzo del mandala.

 

Etimologia e pronuncia della parola "mandala"

Maṇḍala (मण्डल) è una parola in sanscrito, l’antica lingua sacra dell’India, che significa  “cerchio, circonferenza, rotondo, orbita” e può essere riferita a qualsiasi cosa abbia forma circolare.
Ha anche il significato di “gruppo, moltitudine” e di “oblazione, sacrificio”. [Monier-Williams Sanskrit-English Dictionary]

 

parola maṇḍala  in alfabeto devanagari

maṇḍala in alfabeto devanāgarī

 

In questo contesto per le parole in sanscrito utilizzeremo la scrittura semplificata, più utilizzata e conosciuta in occidente, omettendo i segni tipici della translitterazione corretta ufficiale. Scriveremo dunque "mandala" invece di "maṇḍala".

 

La parola mandala si pronuncia mettendo l’accento sulla prima a (come con il nostro verbo mandare).

 

Come si pratica con i mandala?

I mandala possono essere disegnati, colorati, visualizzati nella mente, ma anche creati con diversi materiali, quali la sabbia colorata, i fiori, le pietre, i frutti, i semi, i filati, i bastoncini di legno e così via.

 

Un mandala può anche essere “vissuto, incarnato”. Ecco alcuni esempi: in India esiste la “danza del  mandala”; presso gli sciamani nativi americani sono utilizzati  nei rituali di guarigione dove il malato è posto al centro; nel girotondo dei bambini, così come in numerose danze popolari occidentali, il cerchio è rappresentato e vissuto come spazio protettivo.

 

Per la vostra pratica avete a disposizione un’ampia gamma di tecniche tra cui scegliere. Potete creare voi stessi i vostri mandala oppure utilizzare quelli reperibili in commercio. Se siete dei praticanti di yoga chiedete ai vostri insegnanti per trovare con loro la via migliore per voi.

 

Con i mandala sperimentiamo calma e tranquillità, miglioriamo la concentrazione e la chiarezza mentale, provando un senso profondo di pace e appagamento

 

Qualunque sia la tecnica utilizzata, i mandala sono strumenti sorprendenti!
E ricorda: non esistono mandala giusti o sbagliati, belli o brutti. Tutte le espressioni visive e cromatiche sono adeguate e il risultato è sempre meraviglioso. Lascia che siano l'istinto ed il tuo intuito a guidarti nella scelta di materiali, forme e colori.

 

I mandala come pratica meditativa

Nelle tradizioni dello yoga esistono diverse pratiche meditative che utilizzano i mandala come strumento base.

 

Il mandala è usato, ad esempio, per indirizzare e focalizzare l’attenzione sul simbolo, sul significato simbolico che rappresenta. La concentrazione meditativa con la pratica costante finisce per spegnere il mormorio mentale, aprendo così la coscienza ad altri stati di percezione.

 

I simboli racchiusi nei tracciati favoriscono una chiarezza mentale immaginativa, fatta di visioni e intuizioni che va ben oltre il linguaggio verbale. Mentre la parola, anche quella pensata, finisce con l’oggettivare e quindi allontanare dalla conoscenza intima, il linguaggio simbolico nutre l’interiorità di immagini, permettendo alla coscienza di immergersi gradualmente in una totale esperienza meta-fisica.

 

Nelle pratiche di meditazione con i mandala si passa dalla contemplazione alla partecipazione diretta.

 

Vuoi creare un mandala con le tue mani?

Il modo migliore è iscriversi ad uno dei nostri laboratori di mandala di lana

 

Nei nostri laboratori impari come realizzare un mandala utilizzando filati e bastoncini di legno (Ojos de Dios) oppure filati e uncinetto (mandala crochet).

 

I mandala di lana possono essere creati utilizzando svariati filati e diversi tipi di materiali dal legno ai metalli, ma anche con oggetti di plastica, quali anelli, cerchi, perline, pietre o persino i tappi delle bottiglie.

 

materiale per creare mandala di lana, ojos de dios e mandala crochet

 

Ogni mandala è l’espressione del tutto e contiene nella sua struttura il concetto di unità. Quando creiamo un mandala siamo immediatamente accolti nel suo centro e ci sentiamo stimolati ad immergerci nella sua perfezione.

 

La pratica con i mandala ci accompagna gradualmente dalla creazione alla meditazione, fino alla conoscenza profonda di noi stessi, della nostra reale essenza. Ogni mandala è un riflesso di noi stessi, un'espressione della nostra interiorità.

 

Creare un mandala, tra i numerosi benefici che porta, stimola la creatività e al contempo ci aiuta a sviluppare l’autostima e la fiducia nelle nostre capacità.

 

La pratica con i mandala può essere eseguita da soli o in gruppo e si possono realizzare anche dei stupefacenti mandala collettivi

 

La versatilità dei mandala è tale che possiamo di fatto realizzare oggetti di varie dimensioni, secondo la nostra ispirazione del momento, come un pezzo unico o persino combinando tra loro due o più mandala.

 

Quando ci uniamo ad altre persone possiamo invece dar vita, ad esempio, ai mandala collettivi, dove tutti insieme in collaborazione ed armonia partecipiamo alla composizione di un’unica magnifica e sorprendente realizzazione.

 

Partecipando in gruppo o alle opere collettive le persone possono sperimentare il piacere di lavorare con gli altri nel rispetto dei tempi di ognuno. Ogni mandala pur avendo lo stesso modulo di base risulterà un’opera assolutamente unica, facendo scoprire ad ognuno la propria caratteristica individuale all’interno di un insieme.

 

Quando si lavora in gruppo si impara ad accettare le differenze, risvegliando entusiasmi e riducendo ansie e antagonismi in favore di collaborazione, ascolto e condivisione.

 

Cosa occorre per iniziare?

Per iniziare ti basta molto poco. Ti siedi, prepari una buona tazza di tè o tisana e pensi a tutti quei materiali e colori che più ti piace toccare e avere tra le mani. Ti basta poi trarre ispirazione dai nostri suggerimenti per incominciare a sperimentare.

 

Se nella tua mente si formano pensieri come “ma ne sarò capace? …. non ci riesco …. questa cosa non fa per me”, sorridi e fai come se fosse un gioco.

 

Ricordi quando eri bambino e tutto sembrava più bello se a colori? Ti ricordi le sensazioni che provavi quando disegnavi, coloravi, impastavi, o anche quando guardavi la nonna o la mamma lavorare i filati? Ricordi come tutto questo ti dava calore, gioia e un gran senso di casa?

 

Iniziare è semplice. Procurati il materiale che più ti piace e incomincia la tua avventura. I mandala riportano vive e attualizzano le belle emozioni, la naturalezza e l’armonia che ci appartengono da sempre nel profondo. Non esitare, incomincia ora!

 

Per realizzare un mandala hai la possibilità di scegliere tra numerose alternative di materiali e strumenti

 

Come materiali puoi optare ad esempio per i colori (acrilici, tempere, acquerello), i filati, le sabbie, il sale, i legumi, le conchiglie, i sassi.

 

Come strumenti hai a disposizione: matite, gessetti, pennelli, pennarelli, compasso, penna, bastoncini di vario materiale e misura (bamboo, legno, plastica, rame, metallo), crochet (uncinetto), ago, disegni pre-stampati.

 

Non limitarti, sperimenta!

 

I mandala sono bellissimi strumenti per rompere abitudini e schemi preconcetti

Praticando con i mandala si acquista piena libertà espressiva, aumenta l’autostima, la consapevolezza e la conoscenza di se stessi.

Lavorare con i mandala è rilassante, può essere divertente e ti condurrà in uno stato di pace e calma interiore.

Lasciati guidare dalla passione e dall’amore per tutto ciò che è naturale e ha significato di bellezza per te. L'esperienza sarà stupefacente e di trasformazione.

 

Il mandala va ben oltre all’espressione artistica. Non richiede abilità specifiche ed ognuno, dagli adulti ai più piccoli, può trovare la modalità migliore per se stesso, dando luce ai propri talenti e qualità.

 

Nei nostri percorsi individuali o di gruppo con i mandala, ti proponiamo i laboratori per creare mandala di lana con i filati intessuti su bastoncini (Ojo de Dios) oppure lavorati con l’uncinetto (mandala crochet).

 

Ami gli spazi aperti, il verde e la natura?

Vivi con noi l’esperienza di incarnare un mandala e non mancare ai nostri incontri di human-mandala!

 

Partecipare ad uno human-mandala o mandala umano è un’esperienza coinvolgente allegra e intima con cui, attraverso il tuo corpo, puoi sperimentare la forza e l’energia di un mandala vivente. Il mandala umano è realizzato in gruppo ed è l’insieme dei corpi che armoniosamente creano e danno vita ai simboli cosmici.

 

Qui trovi altri suggerimenti per iniziare la tua pratica con i mandala

 

torna su

mandala con om

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!
conforme alla normativa internazionale

©2017 Associazione Pow Wow Discipline Bio-Naturali asd aps
Corsi di Yoga, Tai Chi Chuan, Reiki, Meditazione
- Milano - Bresso - Cinisello - Cologno Monzese - Lissone - Lesmo - Biassono - Arcore - Monza e Brianza
via Fratelli Bandiera, 124 - Sesto San Giovanni (MI) - Tel. 347 2943574 - info@powwow-dbn.it